Mese: febbraio 2015

Li chiamavano gonna pantalone. 

Postato il

By Lamanu


Una volta li chiamavano gonna pantalone, ora si chiamano pantalone culotte, chissà perché poi..

Comunque sono una di quelle cose che ho sempre amato. Li avevo anche da piccola quindi é uno di quegli amori che durano.. Ma per un bel po’ di anni o te li facevi fare da una sarta o ciao e grazie.. Nessuno li proponeva..

Ma sono tornati sulla cresta dell’onda lo scorso inverno. E meno male!
Se non sei alta e magra non é che esaltino la silhoutte perché devono essere ampi, confondibili con una gonna…ma chissenefrega.. Negli ultimi tempi non ci si veste con cose che donino particolarmente ma con cose “giuste” che donano in un altro senso, più mentale che fisico.
Basta andare in giro sicuri, camminare spavaldamente, sentirsi bene in quei panni..
Non come me quando provo a mettere il mio Fedora che mi piace solo quando mi guardo alla specchio ma, dopo 3 minuti che sono in mezzo alla gente, mi vergogno perché mi sento un fungo.
In ogni caso dove trovare un pantalone culotte? Hidden Forest Market l’ha fatto in neoprene nero a pois rossi che fa un tantino clown ma è stupendo. Zara l’ha fatto basico nero, cammello e bordeaux e, nella nuova collezione di una tela rigida blu e Cos… Beh Cos non poteva non proporre una perla: bianco o nero di tela rigidissima che scampana in fondo. Se invece il portafoglio lo consente si può optare per Comme des Garcons o Acne Studio.
Ma, anche in questo caso, il dettaglio è fondamentale.. Si porta con il calzetto, una sneaker, ma solo se fashion, una scarpa con il tacco grosso, un ankle boot. Ho visto sfilate dove li hanno proposti anche con il tacco a spillo ma metterei il calzetto anche con il tacco a spillo per non decontestualizzarli troppo. La trasformazione da outfit pazzesco a risultato abominevole è, in questo caso, veramente veloce.
E sopra? Tshirt basica, meglio se abbastanza lunga, camicie over o felpa maschile. 
Mentre c’é ancora freddo e per un risultato tres chic: giacca nera rigorosissima.






Annunci

Esseri umani

Postato il

By Paoletta

IMG_4137Si, siamo tutti bravi a dire che “facciamo quello che possiamo”, “non sono mica un robot”, “anche io ho i miei limiti”… E anche io lo dico, lo dicevo, con convinzione.
Sotto, però, celato allo sguardo superficiale e frettoloso, esiste tanto altro.
E se ammettiamo che ESISTE, riteniamo anche che ha una energia, che questa energia ci appartiene e ci muove anche se non ce ne accorgiamo.
Forse si tratta di anni e anni di schemi di pensiero che determinano le nostre azioni e creano il nostro presente, forse sono schemi subdoli, di cui forse ci vergogneremmo, ingiustamente, perchè chissà magari hanno origine nella nostra pulsionalità o nel nostro rapporto con la madre (o con la Madre, ossia con le nostre radici, con ciò che crediamo a proposito della vita, di ciò che ci nutre e ci sostiene…) e quasi nessuno, mi rendo conto, ha voglia di conoscere veramente se stesso.

Io in me stessa ci inciampo a volte, ci sbatto un mignolino come contro lo spigolo dell’armadio quando sei a piedi nudi, oppure mi investo da sola come un tir, o ancora, se sono più fortunata, svolto l’angolo e sorrido quando inaspettatamente incontro una parte di me stessa positiva e luminosa. Devo dire però che frequentemente mi imbatto in mie versioni oscure e c’è da piangere, farsi molto male, riconoscersi, perdonarsi, mettere un cerotto e andare avanti.
Volevo essere perfetta. Ho visto nitidamente, facendomi male e sbattendo il muso contro quella parte di me oscura, che volevo esserla. Anzi, volevo essere perfetta e senza limiti.
Perfetta, senza limiti e salvare il mondo.
O per lo meno il mondo animale.
E non lo sapevo. Non lo avevo certo dichiarato gridando al mondo: voglioessereperfettasenzalimitiesalvareilmondodallesueinfinitebrutture!!!
Adesso so che più vuoi essere perfetta più gravi saranno le conseguenze dei tuoi errori, anche piccoli, piccolissimi errori, che però causano grossi, enormi ed irreparabili danni. Anche a discapito di chi ami.
Una persona a me cara mi ha detto che a molte mamme ricorda che “ai figli non serve avere mamme perfette, bensì mamme accettabili”. Ho subito fatto duepiùdue. Leggi il seguito di questo post »

È bello aver ragione.

Postato il

By Lamanu

IMG_2404-3

Essere a Milano in metropolitana non meno di 6 mesi fa e vedere un tipo che indossa una Superstar bianca riga nera e pensare: “mmmmhhhhh le avevo 10 anni fa, le rivoglio!”.
Leggi il seguito di questo post »

Pensieri quasi notturni

Postato il

By Lamanu

IMG_2325

Io le feste in maschera non le ho mai sopportate.. E’ piu forte di me. E trovo simpatiche le persone che si divertono a passare il pomeriggio prima di una cavolo di festa in maschera a prepararsi con trucco e parrucco, ma per me sarebbe peggio che andare dal dentista.. Non mi diverto nemmeno ad una festa in maschera vestita “normale”.. Perchè o sei al Carnevale di Venezia, o i vestiti che si vedono in giro non e’ che io li trovi proprio strabilianti. Ma beato chi si diverte!
Leggi il seguito di questo post »