Fashion&Co.

Ancora ginniche

Postato il

  
By Lamanu

Non c’è niente da fare.. a me il tacco a spillo non va giù.. o meglio: non mi va più giù! a meno che un’occasione speciale non lo imponga ma sono, grazie a Dio, finiti gli anni delle donne “apparecchiate”… il mondo ci vuole comode! Persino alla fashion week vedi un sacco di donne in sneakers e speriamo non finisca sto momento, altrimenti andrò in fallimento per la necessità di rinnovare il parco scarpe..

L’unica scarpa con il tacco che riesco ancora a sentire mia (e come non potrei farlo) resta la Tabi di Margiela odiata o amata e detta anche “anticoncezionale” dalla maggior parte degli uomini.. ma poveretti.. c’è da avere compassione per chi non capisce!

Mi hanno chiesto che scarpe ho comprato ultimamente… emmmhhhh.. tante come al solito… 

Ma non potevo non avere la nuova Adidas Superstar Slip on nera con suola bianca che fa tanto Jappo.. e, siccome mi serviva proprio un’altra ginnica nera perché di nero ho solo la Huarache (ma è dell’anno scorso e meno male, perché quest’anno non esiste la mia Huarache) ho preso l’Adidas Super Clean che in giro non si trova ed è una via di mezzo tra la Super Star e la Stan Smith, per cui una perla insomma…

  
  
Se avessi la fortuna di avere un piede più grande mi sarei già presa una Nike Woven ma non si può avere tutto, no?

  
Ma se proprio proprio è necessario mettere una scarpa che non sia una ginnica, questo è ancora l’inverno delle stringate. Soprattutto bicolore, tipo verde bosco (che è il colore dell’inverno) e blu.

Ma c’è sempre la perla che mi fa impazzire.. ogni stagione una diversa, ovvio.. ed è una specie di Birkenstock ma di panno grigio.. e chi poteva avere un’idea geniale del genere? Marni ovviamente..

Però è uno di quei pezzi che non puoi mettere più di due volte se vai nello stesso posto perché altrimenti diventa “quella della ciabatta” e non è carino..

E mai avrei pensato di dirlo ma: SI! quest’inverno la ginnica si mette con la gonna e il collant coprentissimo.. ma coprentissimo non è 50 denari ma 140!

Un errore di denari può distruggere anche l’outfit più giusto!

Ora non aspetto altro che arrivino almeno 15 gradi perché, presa dall’entusiasmo, alla prima pioggia di agosto ho fatto il cambio armadi e come al solito, ad oggi o muoio dal caldo o mi metto 3 robe.

  

Let’s French! Let’s Dream!

Postato il

By Jade.

 

    

   

   

É bastato chiudere gli occhi per andarmene lontano.
Colpa di una mail promozionale. Di solito non leggo le mail promozionali, conosco già tutti gli articoli della collezione….ma l’oggetto della mail Let’s French mi rapisce…..


Click click……..ed ecco gli outfit della mia vacanza ideale.
Ne scelgo parecchi e chiudo 
gli occhi. Ecco che mi vedo camminare in riva al mare, mi allontano dalla mia casettina sulla spiaggia e davanti a me una spiaggia infinita della costa francese; é una mattinata fresca e limpida, con me i bassotti finalmente liberi dai guinzagli cittadini, corrono felici e si divertono a bagnarsi le zampette fuori e dentro dal mare, mi sento leggera e serena, comoda nel mio abitino a righe.


Torniamo a casa é ora di preparare la colazione per tutti, pan cakes con fragole e succo d’arancia seduti nella splendida veranda. Su su Milla! Jarvis ! Andiamo a casa dai nostri dormiglioni e svegliamoli con tante coccole!!!!
………
…………
……………

Apro gli occhi devo tornare a casa sul serio, dal mio sogno alla realtà. Nessuna vacanza, era la mente a viaggiare. 
I sogni si avverano sempre peró.

Me lo ha detto la mia maestra di Yoga, basta accompagnare la nostra energia sul sogno con la mente visualizzandolo come fosse già realtà e accadrá presto! 

 

Intanto gli abiti si possono ordinare su: http://www.urbanoutfitters.com

Li chiamavano gonna pantalone. 

Postato il

By Lamanu


Una volta li chiamavano gonna pantalone, ora si chiamano pantalone culotte, chissà perché poi..

Comunque sono una di quelle cose che ho sempre amato. Li avevo anche da piccola quindi é uno di quegli amori che durano.. Ma per un bel po’ di anni o te li facevi fare da una sarta o ciao e grazie.. Nessuno li proponeva..

Ma sono tornati sulla cresta dell’onda lo scorso inverno. E meno male!
Se non sei alta e magra non é che esaltino la silhoutte perché devono essere ampi, confondibili con una gonna…ma chissenefrega.. Negli ultimi tempi non ci si veste con cose che donino particolarmente ma con cose “giuste” che donano in un altro senso, più mentale che fisico.
Basta andare in giro sicuri, camminare spavaldamente, sentirsi bene in quei panni..
Non come me quando provo a mettere il mio Fedora che mi piace solo quando mi guardo alla specchio ma, dopo 3 minuti che sono in mezzo alla gente, mi vergogno perché mi sento un fungo.
In ogni caso dove trovare un pantalone culotte? Hidden Forest Market l’ha fatto in neoprene nero a pois rossi che fa un tantino clown ma è stupendo. Zara l’ha fatto basico nero, cammello e bordeaux e, nella nuova collezione di una tela rigida blu e Cos… Beh Cos non poteva non proporre una perla: bianco o nero di tela rigidissima che scampana in fondo. Se invece il portafoglio lo consente si può optare per Comme des Garcons o Acne Studio.
Ma, anche in questo caso, il dettaglio è fondamentale.. Si porta con il calzetto, una sneaker, ma solo se fashion, una scarpa con il tacco grosso, un ankle boot. Ho visto sfilate dove li hanno proposti anche con il tacco a spillo ma metterei il calzetto anche con il tacco a spillo per non decontestualizzarli troppo. La trasformazione da outfit pazzesco a risultato abominevole è, in questo caso, veramente veloce.
E sopra? Tshirt basica, meglio se abbastanza lunga, camicie over o felpa maschile. 
Mentre c’é ancora freddo e per un risultato tres chic: giacca nera rigorosissima.






È bello aver ragione.

Postato il

By Lamanu

IMG_2404-3

Essere a Milano in metropolitana non meno di 6 mesi fa e vedere un tipo che indossa una Superstar bianca riga nera e pensare: “mmmmhhhhh le avevo 10 anni fa, le rivoglio!”.
Leggi il seguito di questo post »

Trucco dell’estate? Ma chissenefrega

Postato il Aggiornato il

Con un atto di ribellione verso gli stereotipi legati ai beauty blog, mi impongo di non scrivere post dedicati al trucco dell’estate, quest’anno va così, poi per l’anno prossimo chissà. E’ un periodo pesantone per me e qui sul blog ho voglia di cazzeggiare un po’, di fare come se fossi seduta al pub a bere con le amiche. Tra l’altro, si sa, col caldo meglio togliere trucco che aggiungerne e io sto già sbavando per l’arrivo dell’autunno quando proverò sicuramente questo look pazzesco che ho trovato esplorando Pinterest nei giorni scorsi:

gothic look

Sobrio e leggero vero???!!! Lo smorzerò abbinandolo ad una tuta + scarpe da ginnastica ^_^ ahahahaha!

Per la cronaca, lei è la stupenda make up artist Linda Hallberg che trovate anche qui:
http://stureplan.se/bloggar/linda

Continuando questo post, che come avrete capito è proprio un po’ fuffa e non ha assolutamente un filo conduttore, Leggi il seguito di questo post »

Il sandalo del frate

Postato il

20140308-125115.jpg

By Lamanu

Mai sopportati.. Sì per carità ho le Birkenstock che sono un must have ma mai avrei pensato che li avrei apprezzati se non appunto con quel gusto un po’ sinistroide che, a volte, é tanto chic.. Solo a volte..
Ma quando sono entrata in boutique da Marni a Milano li ho trovati tutti incantevoli.. Li ho subito visti in tutt’altra chiave: giusta, particolare e bon ton.
Leggi il seguito di questo post »

Cos: mannaggia a te e alla tua nuova collezione!

Postato il Aggiornato il

20140211-191657.jpg

By Lamanu

Mannaggia a me che quando vado in centro non posso non entrare da Cos.. Non c’é niente da fare.. C’é una calamita! E potrei anche metterci l’accento e dire che é una calamità per me entrare da Cos..
Ho promesso alla mamma (ho quasi 40 anni ma ancora mi ritrovo a fare promesse alla mamma come se mi desse la mancietta settimanale) che fino a marzo non avrei comprato nulla di inutile.
E infatti da Cos sono arrivate un sacco di cose nuove e non c’é niente di inutile!!!!

Leggi il seguito di questo post »

Il magico mondo delle sneakers

Postato il Aggiornato il

20140205-092507.jpg

By Lamanu

Ormai si sa… Sono innamorata delle sneakers e dopo un po’ (poco direi) che non ne compro, mi sale il desiderio/bisogno di averne una nuova..
C’é chi acquista una sneaker pensando di averne bisogno per comodità senza sapere che dietro c’é una vera e propria filosofia..
Dal momento in qui qualcuno si inventa di produrre una ginnica in edizione limitata, dal momento in cui stilisti streetwear giapponesi le disegnano in collaborazione con i brand americani più blasonati significa, a parer mio, fare la storia.
Come si può, quindi, non rendersi conto che acquistare una sneaker senza nè arte nè parte, un modello improponibile che, guardandolo, ti domandi: PERCHE’?, é un’offesa a tutti coloro che hanno fatto ricerca per creare dei modelli top in collaborazione con gente top, in un numero limitato che solo qualcuno di veramente giusto riconoscerebbe tra la folla?
E da qui un decaloghino per non incappare nel mood “SONO UNA PERSONA SBAGLIATA E DEVO PENTIRMI”
Leggi il seguito di questo post »

L’outfit della comfort zone

Postato il Aggiornato il

By Paoletta

Adesso ce l’ho, anche io posso scrivere il mio post sull’outfit perchè proprio ieri mi è venuto in mente che sempre più spesso ultimamente vado alla ricerca di quegli abbinamenti che con il minor sforzo possibile mi facciano sentire a mio agio. Rimango quindi per lo più all’interno della mia comfort zone e sto osando poco… Potrebbe essere che, essendo arrivata a 7 tatuaggi, in questo periodo io non stia cercando nell’abigliamento qualcosa di particolare, strano o estroso: mi sono tolta qualche soddisfazione nell’area “express yourself” direttamente sulla mia pelle, il che mi porta ad un desiderio di generale sobrietà nell’abbigliamento e, volendo, anche nel make up.

abbb73b9b96cafbc694f5e84bdb942d9

25e7589ef7db2b9dfb0b025c83410d0d

60fcef4b3c051292d38218d633609992

Alzi la mano chi non si è rifugiato almeno una volta nella comfort zone del proprio guardaroba, Leggi il seguito di questo post »

L’outfit da lavoro

Postato il Aggiornato il

By Ilaria

Quante volte ci troviamo davanti l’armadio aperto con un punto interrogativo grande come una casa? ‘Cosa mi metto???’

Ebbene decidere quali indumenti indossare prima di uscire è una decisione molto importante che quotidianamente prendiamo senza neanche accorgercene.

In base al luogo dove andremo, alla situazione, al meteo, all’umore, alle persone che incontreremo, decidiamo ogni volta che cosa indossare.

Abiti-Da-Ufficio

Molto importante l’outfit da lavoro,  infatti ritengo che per ogni lavoro è indispensabile vestirsi nel modo adeguato, per esempio, chi lavora in fabbrica deve indossare tutti gli accorgimenti antinfortunistici del caso, chi lavora in un negozio deve indossare gli indumenti che vende (quale miglior pubblicità se non noi stessi?), chi lavora in ambito medicale deve indossare il camice bianco… nel mio caso, io lavoro in banca, quindi in un ufficio a contatto col pubblico, bisogna avere un abbigliamento elegante; curato direi. Leggi il seguito di questo post »