Ultimi Aggiornamenti degli Eventi

Scusa Victor.. Non ho fatto apposta!

Postato il Aggiornato il

By Lamanu

  
Sono le 7… Mi sveglio presto per andare a Milano… Solita trafila: ancora con gli occhi chiusi vado in cucina a dare il cibo ai cani che quando si tratta di mangiare sono carichi come i ragazzetti al Cocoricò. E siccome al mattino non sono in grado di gestire gente pimpante, se anche mi svegliassi e mi stessi facendo la pipi addosso, darei comunque da mangiare prima ai cani… cambio l’acqua delle ciotole, apro le finestre di tutta casa, prendo le vitamine ed inizio a prepararmi.

Dopo 10 minuti faccio il giro di casa a richiudere i vetri che ora al mattino è freddo.

Continuo tutte le mie pratiche in rigoroso silenzio e finalmente mi posso dedicare alla colazione. 

Ripasso dalla sala e, con la coda dell’occhio, vedo una robetta marroncina fuori che di solito non c’è: Oddiooooo… Poverino! Ho chiuso Victor in giardino ed ora sta guardando dentro casa con gli occhi del terrore con la speranza che mi accorga di lui. A parte che io vorrei entrare nella testa (probabilmente inesistente) di chi molla un cane in autostrada, perchè a me veniva da piangere solo nel vedere il mio cane mentre si sentiva abbandonato nel “suo” giardino..

  
Comunque, corro ad aprire e Victor, invece che incazzarsi, dirmi che ero una brutta persona per essermi dimenticata di lui e di averlo lasciato al freddo 10 minuti, che fa? Mi salta in braccio, mi fa delle feste pazzesche, si fa la pipi addosso.. Praticamente mi ringrazia… E non mi molla per tutto il resto del tempo in cui rimango a casa..

Si lo so che i cani vivono nel momento e non nel passato e quindi è logica la sua felicità ma….Vogliamo parlare se qualcuno avesse dimenticato me anche solo 30 secondi fuori dalla porta, che già mi incazzo quando suono a qualcuno che mi sta aspettando e non mi apre al volo e sto fuori in mezzo alla strada, in piedi, magari con una torta in mano e nella mia testa calcolo quanti secondi ci vorrebbero da ogni stanza di quella casa per raggiungere il citofono… E tutti ce ne mettono sempre molti di più????

Tatuaggi e tatuatori (parte 1)

Postato il Aggiornato il

By Paoletta

Mi sono lamentata tanto in questi giorni, lo so: influenza e bronchite, weekend rovinato, infinita serie di cose da fare fallita.
Oggi avrei dovuto essere a Milano, così come ieri, sembra che questo autunno stia producendo un sacco di eventi interessanti e quelli di questo fine settimana me li sono persi…Grrrrrr!!!!
Quindi ora cerco consolazione qui su ideebassotte… passo un po’ di tempo con voi raccontandovi ancora di un argomento che mi sta molto a cuore. I tatuaggi!!

minions_980x571

Nel mio post Tattoo aftercare vi ho già parlato di ciò che riguarda la cura di un nuovo tatuaggio in fase di guarigione, oggi invece vorrei prendere in considerazione alcuni tra i miei tatuatori italiani e stranieri preferiti e qualche recente scoperta su Instagram e Facebook.
tattoo Leggi il seguito di questo post »

La neve a Settembre

Postato il

23 settembre 2015: a Livigno nevica, Passo dello Stelvio nevica, Passo San Pellegrino nevica…sopra i 1500mt nevicaaaa ….’wowwwww ‘!neve 1

Iscritta ai vari gruppi in Facebook montanari vedo scorrere foto e video relativi alla prima imbiancata della stagione invernale…alberi imbiancati, panchine imbiancate, montagne imbiancate …come lasciarmi a bocca aperta !neve 2

Proprio come se fossi vissuta sempre nel deserto a 40 gradi e vedessi per la prima volta la neve!

Trenta giorni fa distesa al sole su un lettino e taaaac mi basta vedere la prima neve in foto per chiudere gli occhi, dimenticare tutto e sognare di essere la!

…sognare di entrare in baita dopo una sciata al gelo, togliere i guanti e bere un punch al mandarino !

…sognare di camminare nel centro di un paesino sopra i 1000 mt , entrare in un bar, pulire il cappello dai fiocchi bianchi e ordinare un pinot nero!gatto con neve

…sognare di essere all’esterno di una vetrina di abbigliamento da snow e guardare ammaliata gli ultimi arrivi, mentre con il fiato riscaldo le mani gelate!

…e sognare di restare bloccati per bufera in uno chalet, camino acceso,  buona compagnia e guardare dalla finestra la neve che dal cielo arriva a terra…vabbhe questo è un classico  !chalet

E mentre sogno ad occhi aperti mi arriva un messaggio su whats app: ‘prenotiamo il week del 12\13 dicembre che sicuramente apriranno gli impianti ??!!’…..ah ma allora non sono l’unica!

Mmmm sento già i pensieri contrariati ‘io amo l’estate, amo il caldo, amo le infradito bla bla bla’ …..ma anche ioooo …oddio preferisco i 20\25 gradi massimo …!

Però la neve in montagna mi fa impazzire!fiocco

Benvenuto Autunno …precedi un inverno ricco di neve in montagna (sole nel week end non fare scherzi)  e mi raccomando non portare troppa nebbia qui in pianura, grazieeee!

Emmasfondo

Ancora ginniche

Postato il

  
By Lamanu

Non c’è niente da fare.. a me il tacco a spillo non va giù.. o meglio: non mi va più giù! a meno che un’occasione speciale non lo imponga ma sono, grazie a Dio, finiti gli anni delle donne “apparecchiate”… il mondo ci vuole comode! Persino alla fashion week vedi un sacco di donne in sneakers e speriamo non finisca sto momento, altrimenti andrò in fallimento per la necessità di rinnovare il parco scarpe..

L’unica scarpa con il tacco che riesco ancora a sentire mia (e come non potrei farlo) resta la Tabi di Margiela odiata o amata e detta anche “anticoncezionale” dalla maggior parte degli uomini.. ma poveretti.. c’è da avere compassione per chi non capisce!

Mi hanno chiesto che scarpe ho comprato ultimamente… emmmhhhh.. tante come al solito… 

Ma non potevo non avere la nuova Adidas Superstar Slip on nera con suola bianca che fa tanto Jappo.. e, siccome mi serviva proprio un’altra ginnica nera perché di nero ho solo la Huarache (ma è dell’anno scorso e meno male, perché quest’anno non esiste la mia Huarache) ho preso l’Adidas Super Clean che in giro non si trova ed è una via di mezzo tra la Super Star e la Stan Smith, per cui una perla insomma…

  
  
Se avessi la fortuna di avere un piede più grande mi sarei già presa una Nike Woven ma non si può avere tutto, no?

  
Ma se proprio proprio è necessario mettere una scarpa che non sia una ginnica, questo è ancora l’inverno delle stringate. Soprattutto bicolore, tipo verde bosco (che è il colore dell’inverno) e blu.

Ma c’è sempre la perla che mi fa impazzire.. ogni stagione una diversa, ovvio.. ed è una specie di Birkenstock ma di panno grigio.. e chi poteva avere un’idea geniale del genere? Marni ovviamente..

Però è uno di quei pezzi che non puoi mettere più di due volte se vai nello stesso posto perché altrimenti diventa “quella della ciabatta” e non è carino..

E mai avrei pensato di dirlo ma: SI! quest’inverno la ginnica si mette con la gonna e il collant coprentissimo.. ma coprentissimo non è 50 denari ma 140!

Un errore di denari può distruggere anche l’outfit più giusto!

Ora non aspetto altro che arrivino almeno 15 gradi perché, presa dall’entusiasmo, alla prima pioggia di agosto ho fatto il cambio armadi e come al solito, ad oggi o muoio dal caldo o mi metto 3 robe.

  

#Baby-Beauty-Esperienza By Ilaria

Postato il Aggiornato il

Al rientro dalle vacanze non potevo che salutare l’arrivo dell’autunno con un nuovo post.

Con una veste un po’ insolita ho pensato di condividere una briciola della mia esperienza da neo-mamma parlandovi di prodotti per bambini che in questi mesi ho usato per il mio piccolo e che mi sento di consigliarvi. Leggi il seguito di questo post »

Summer must have

Postato il

Piccole gratificazioni estive di una bassottista conigliara perennemente in debito di sonno e con tanti grilli per la testa (e fuori dalla propria finestra) ^_^

Il libro (anzi, i libri)

Dopo un Murakami (Norwegian Wood), ricevuto per Natale, iniziato in primavera, terminato in estate (praticamente un’esperienza mistica!)… Ho scelto letture più leggere per affrontare la canicola: la trilogia Striges di Barbara Baraldi. In realtà le cose ora come ora stanno così:
Striges

Il terzo libro deve ancora uscire e io per il momento ho concluso solo il primo, La promessa immortale.
In sintesi: lei strega, lui inquisitore, un amore impossibile che varca i confini del tempo…
A dire il vero l’incontro con questa trilogia è avvenuto quando ho adocchiato in libreria il secondo volume, con un’illustrazione della mia adorata Nicoletta Ceccoli in copertina. Colpita e affondata. La Ceccoli ha portato la Baraldi a casa mia, con mia grande soddisfazione.

Lo Spray

L’ho scritto con la lettera maiuscola non a caso. L’olio VEA spray è tornato ad essere uno dei miei “mai più senza” dell’estate. Voglio poter idratare la pelle, liberarla dal prurito (in particolare dal prurito del nuovo tatuaggio sul fianco), avere una protezione dalle aggressioni esterne (sbalzi di temperatura, sole, caldo, stress, depilazioni…), disporre di un prodotto multi tasking senza profumazione, che si assorba in fretta. Oramai il mio amore per questo olio continua da anni e anni e non ho ancora trovato un degno sostituto nonostante conosca molti altri ottimi oli spray per viso, corpo, capelli.
Olio VEA
L’oggetto del desiderio

Il Clarisonic Mia2. Dopo anni a leggere recensioni buone e cattive di mille beauty blogger, qualche mese fa mi sono decisa ed ho acquistato il mio prima sistema di pulizia per la pelle Clarisonic. La cosa che temevo di più non era che non funzionasse a dovere, ma che l’utilizzo quotidiano mi avrebbe irritato la pelle peggiorando la mia acne. Non è successo, anzi, avendo acquistato subito anche la testina per pelli sensibili, ho iniziato in maniera molto soft, provando la testina tradizionale alternandola alla silk. Ho cercato di capire come reagiva la mia pelle poco a poco, ora posso quindi scrivervi questa recensione, che tenevo in sospeso proprio per non dare un giudizio avventato.
Considerate però che io non ho potuto confrontare Clarisonic con altri sistemi analoghi, ad esempio quello della Philips, quindi la mia opinione, oltre ad essere riferita ovviamente al mio particolare tipo di pelle (ognuno deve sempre provare su di sé i prodotti!), è anche priva di un giudizio trasversale derivante dal confronto con altri articoli analoghi.
Il mio riscontro è assolutamente positivo: mi aspettavo un miglioramento nella texture della pelle e nella lotta contro i punti neri (che mi escono soprattutto sul mento e molto meno sul naso) e contro i punti bianchi (quei maledetti invece mi vengono ovunque), oltre che un beneficio anche sulla luminosità generale del viso. Aspettative (ma dico sempre che non bisogna averne, soprattutto per le persone, molto meno affidabili di un Clarisonic!) soddisfatte in toto.
Non mi aspettavo invece un miglioramento sui bubboni ormonali o da squilibri intestinali, che comunque adesso sono leggermente più rapidi nella loro guarigione proprio grazie al fatto che la pelle viene delicatamente esfoliata quotidianamente. Purtroppo per quei segnacci che mi procuro io regolarmente in faccia, solo un miracolo potrebbe…
Sicuramente da quando uso Clarisonic (quasi sempre solo una volta al giorno) sento meno l’esigenza di farmi lo scrub al viso e trovo che sia super anche sul collo e sul decolleté.
Clarisonic

Infine, non ho ancora scritto su questo blog che da un mese e mezzo esisto anche come Red Poppy Make up su Instagram (@redpoppy.makeup)
https://instagram.com/redpoppy.makeup/

Se venite a dare un’occhiata mi farà molto piacere! Il profilo si sta arricchendo un poco alla volta…

Red poppy profile

 

 

 

xoxo
Paoletta

No alarms and no surprises, ma qualche piccola novità nel beauty case

Postato il

Oggi va così: Radiohead in testa… No surprises, Karma police e ovviamente LEI… Creep… Una delle mie canzoni preferite in assoluto.
“I wish I was special… You’re so fucking special…
But I’m a creep, I’m a wierdo…”

Perchè, dopo aver passato due giornate a dir poco stupende con #lemieamiche in una location che è una gioia per gli occhi e per lo spirito (il mio amatissimo Relasi Sant’Uffizio sulle colline astigiane), ti svegli ed è domenica (sono noti oramai i miei “sunday blues”…), ti svegli ed è domenica e piove, ti svegli ed è domenica e piove e non va la caldaia quindi niente doccia calda… Ti puoi solo mettere in modalità Radiohead e farti consolare dalla loro Musica.

Ecco che, tra un temporale e l’altro, che si avvicendano quasi senza sosta, mi viene voglia di scrivere per le Ideebassotte e dare un po’ di colore a questa buia giornata di autunn… Ah, no, è giugno, vero?? Non me ne ero accorta!

Vi racconto cosa sto provando in questo periodo… Leggi il seguito di questo post »

Tattoo aftercare

Postato il

In questi anni ho accumulato un discreto numero di tatuaggi, quindi penso sia giunto il momento per me di raccontare qualcosa di questo magnifico mondo in cui, nonostante alcuni limiti insiti nel sistema (forse ne parlerò in un dei miei prossimi post), mi trovo decisamente a mio agio.
my tattoo
Invece di cominciare dal principio e parlarvi di quando ho iniziato a tatuarmi, di quali soggetti ho scelto, ai loro significati ecc., resto fedele al motto di Alice:
Se io avessi un mondo come piace a me, là tutto sarebbe assurdo: niente sarebbe com’è, perché tutto sarebbe come non è, e viceversa! Ciò che è, non sarebbe e ciò che non è, sarebbe!
e quindi comincio dalla fine: curare un tatuaggio.
Leggi il seguito di questo post »

Let’s French! Let’s Dream!

Postato il

By Jade.

 

    

   

   

É bastato chiudere gli occhi per andarmene lontano.
Colpa di una mail promozionale. Di solito non leggo le mail promozionali, conosco già tutti gli articoli della collezione….ma l’oggetto della mail Let’s French mi rapisce…..


Click click……..ed ecco gli outfit della mia vacanza ideale.
Ne scelgo parecchi e chiudo 
gli occhi. Ecco che mi vedo camminare in riva al mare, mi allontano dalla mia casettina sulla spiaggia e davanti a me una spiaggia infinita della costa francese; é una mattinata fresca e limpida, con me i bassotti finalmente liberi dai guinzagli cittadini, corrono felici e si divertono a bagnarsi le zampette fuori e dentro dal mare, mi sento leggera e serena, comoda nel mio abitino a righe.


Torniamo a casa é ora di preparare la colazione per tutti, pan cakes con fragole e succo d’arancia seduti nella splendida veranda. Su su Milla! Jarvis ! Andiamo a casa dai nostri dormiglioni e svegliamoli con tante coccole!!!!
………
…………
……………

Apro gli occhi devo tornare a casa sul serio, dal mio sogno alla realtà. Nessuna vacanza, era la mente a viaggiare. 
I sogni si avverano sempre peró.

Me lo ha detto la mia maestra di Yoga, basta accompagnare la nostra energia sul sogno con la mente visualizzandolo come fosse già realtà e accadrá presto! 

 

Intanto gli abiti si possono ordinare su: http://www.urbanoutfitters.com

Di che anello sei

Postato il

Quante volte ci s’interroga sullo status di una donna che indossa un gioiello al dito…specializzarsi nell’ universo femminile degli anelli a 30 anni suonati è doveroso…e così ho scelto un campionario di donzelle , non casuale, per la mia indagine sociologica!

…senza dimenticare che la mano sinistra è la mano del cuore e dei sentimenti mentre la destra invece è la mano dell’azione e della razionalità … (possibile che quest’ultima sia spesso svestita di anelli??)  Leggi il seguito di questo post »